Ultima modifica: 20 marzo 2017
I.C. "PIER DELLE VIGNE" - CAPUA > Indirizzo Musicale

Indirizzo Musicale

P1090885

  elenco alunni ammessi strumento musicale a.s. 2017/18
   elenco alunni ammessi strumento musicale a.s. 2016/17

 

 

Imparare a stare in un coro, in una banda, in un’orchestra, significa imparare a stare in una società dove l’armonia nasce dalla differenza, dal contrappunto, dove il merito vince sul privilegio e il vantaggio di tutti coincide con il vantaggio dei singoli”  (Riccardo Muti) 

Le caratteristiche dell’Indirizzo musicale sono delineate nel già citato D.M. 6 agosto 1999 n. 201, di cui riportiamo gli articoli 2 e 3.

Art. 2

Le classi in cui viene impartito l’insegnamento di strumento musicale sono formate secondo i criteri generali dettati per la formazione delle classi, previa apposita prova orientativo-attitudinale predisposta dalla scuola per gli alunni che all’atto dell’iscrizione abbiano manifestato la volontà di frequentare i corsi. Gli alunni di ciascuna classe vengono ripartiti in quattro gruppi per l’insegnamento di quattro e diversi strumenti musicali.

Art. 3

Le ore di insegnamento, 2 settimanali, sono destinate alla pratica strumentale individuale e/o per piccoli gruppi anche variabili nel corso dell’anno, all’ascolto partecipativo, alle attività di musica di insieme, nonché alla teoria e lettura della musica.

Come riportato nell’art.2  del D.M. 6 agosto 1999 n.201, l’ammissione degli alunni richiedenti all’Indirizzo musicale è subordinata al superamento di una prova orientativo-attitudinale predisposta dalla scuola.

Dal momento che il test si propone di scoprire e valutare le abilità musicali di bambini che nella stragrande maggioranza non hanno avuto alcuna specifica istruzione musicale, le abilità che vengono testate sono le più basilari ed elementari. Soprattutto si tratta di abilità propedeutiche ed essenziali al fare musica.

Il test integra così prove di acutezza discriminativa (discriminazione altezze e simultaneità dei suoni) con prove di memoria tonale e ritmica.

 La prova è completata da un colloquio con la Commissione allo scopo di mettere in luce le reali motivazioni e le attitudini caratteriali dei candidati, non dimenticando che le migliori doti nulla possono se non suffragate da impegno e, di contro, che la passione, l’impegno e la volontà possono riuscire a far ottenere lusinghieri risultati anche in assenza di doti particolarmente spiccate.

 A seguito della prova orientativo-attitudinale, viene compilata, a cura della Commissione, una graduatoria e viene comunicato alle singole famiglie dei candidati, l’esito della prova e l’accettazione o meno della richiesta presentata.

 In caso di rinuncia di qualche candidato prima dell’inizio dell’anno scolastico, si provvederà ad integrare i componenti della classe in base all’ordine della graduatoria.

Lo studio dello strumento è valutato alla pari delle altre discipline curricolari ed è materia d’esame.

Gli strumenti sono:pianoforte,oboe,violino,violoncello

N.B.: L’alunno che avrà superato le prove attitudinali verrà iscritto alla classe ad indirizzo musicale e non sarà possibile il trasferimento ad altra classe, nemmeno negli anni successivi.